Il ClubUscite Sociali

Due giorni “Alla scoperta dei Monti della Laga”

Durante lo scorso week end si è svolta l’uscita sociale “Alla scoperta dei Monti della Laga”, due giorni in fuoristrada attraverso i territori di Marche ed Abruzzo partendo dal comune di Acquasanta Terme fino ad arrivare a Valle Castellana.

Molti i chilometri percorsi a partire da sabato pomeriggio quando transitando per il caratteristico paese di Tallacano, arroccato e costruito sulla roccia, abbiamo visitato Sasso Spaccato, un luogo fuori dal tempo e di essenza preistorica, dove nei secoli la montagna si è divista in due, monolitica la pietra, imponenti le sue alte pareti, e la natura ha creato al suo interno una strada.

Nel suo seppur breve tragitto, l’itinerario è stato indubbiamente suggestivo e ricco di spunti di riflessione da fotografare con gli occhi e con il cuore.

GRUPPO

Proseguendo il tour in 4×4, i 15 fuoristrada presenti, si sono arrampicati sul versante opposto per raggiungere la pineta del Monte Savucco, dove è stato possibile godere dello spettacolo dei Monti della Laga avvolti dalla luce radente del tramonto e del finire di questa estate.

La serata si è conclusa a Pomaro con l’ottima cena servita da Abramo e dalla sua gentile famiglia che ci hanno ospitato presso l’agriturismo “Il Roccolo” e con il bivacco in tenda e nelle stanze della loro struttura.

Come da caratteristica del Club No Limits, la domenica si è svolto il giro vero e proprio che ha impegnato tutta la giornata.

Grazie a Stefano Durastanti, presidente dei 3 Consorzi Montani, al Comune di Acquasanta Terme e al Corpo Forestale, abbiamo avuto l’opportunità di attraversare la linea frangi-fuoco del Maolaro che da Umito cavalca la montagna e sbuca a Collefrattale.

Un percorso di una ventina di chilometri attraverso boschi suggestivi, strade sterrate e vegetazione montana che nelle sue tre ore di viaggio ci ha portato a scoprire il paesaggio sia dall’interno che dalle cime più alte .

IMG_0604

In perfetto orario sulla tabella di marcia, alle 11,30, presso il Bar Ristorante Mini Ranch di San Martino, Ornella e Rossella ci hanno accolto con una ricca colazione a base di salumi nostrani, formaggio e buon vino.

Anche se purtroppo un sopraggiunto imprevisto ci ha impedito di pranzare in alta quota tra i prati di Settecerri in compagnia del Pastore Gino Monti, si è riusciti a rispettare l’itinerario stabilito durante la preparazione dell’uscita sociale, difatti, percorrendo altre strade abbiamo comunque potuto raggiungere Monticchio a ridosso della vetta di San Giacomo e proseguire con la visita del suggestivo Borgo di Laturo, luogo di pace, abbandonato alla fine degli anni ’70 ma che grazie all’Associazione Amici di Laturo sta rinascendo letteralmente sulle proprie pietre; i ragazzi dell’Associazione, con volontà e coraggio, stanno ricostruendo mano a mano le case riportandolo fedelmente alla luce.

IMG_0687

Va detto che, per le opere di rifacimento, i ragazzi si autofinanziano e fanno fede alla generosità delle persone che prestano il loro aiuto gratuitamente, l’Associazione ha allestito anche un sito web dove viene raccontata la storia del borgo e dove periodicamente vengono pubblicate notizie riguardanti lo stato dei lavori; dal sito è possibile effettuare donazioni per sostenere il loro progetto o acquistare i loro gadgets mentre sul posto sono in vendita anche cestini e taglieri realizzati rigorosamente a mano.

_MG_0718

La strada per raggiunge Laturo è piuttosto ardua e percorribile solo a piedi o in fuoristrada ma vale sicuramente la pena visitarlo almeno una volta nella vita perché non si tratta solo di un paese ameno ma di un posto dove vivere la pace e la serenità dell’anima.

Con la visita a Laturo e il successivo pranzo/cena presso “Peppe lu Brrì” dove il proprietario Ferdinando ci ha deliziato con pietanze prelibate, si è conclusa questa nuova esperienza volutamente non impegnativa a livello fuoristradistico ma costruita con l’intento di godere esclusivamente della bellezza dei nostri luoghi poco esplorati in compagnia anche dei più piccoli.

Doveroso è ringraziare quanti ci hanno dato la possibilità di vivere questa esperienza straordinaria: Il Vicepresidente del Club No Limits Tullio Narcisi e i soci Paolo Mesolella e Andrea di Marzi che con la loro conoscenza del territorio ci hanno fatto scoprire posti prima d’ora sconosciuti, il Presidente dei 3 Consorzi Montani Stefano Durastanti, il Comune di Acquasanta Terme, il Corpo Forestale, Federico Panchetti, Martina De Gregoris e tutti gli Amici di Laturo, Abramo con la sua famiglia per l’ospitalità all’agriturismo “Il Roccolo”, Ornella e Rossella del ristorante Mini Ranch, Ferdinando per il pranzo domenicale e quanti hanno permesso che tutto ciò diventasse per noi un magnifico ricordo.

Grazie a tutti

_MG_0583

11887838_10207692705344566_2487709854825743573_n

Previous post

Riviera Explorer 4 ^ Edizione. Info e costi.

Next post

Al via la 4^ edizione del Riviera Explorer

Bismilla

Bismilla